- Disegno & Pittura - https://www.disegnoepittura.it -

Come fare l’Imprimitura di una Tela

Imprimitura di una Tela

In quest’articolo voglio spiegare come preparo la tela per dipingere a olio.

Perché preparare la tela prima di dipingere?

In commercio vendono tele già preparate con imprimitura bianca, perché allora perdere tempo a prepararle di nuovo? Come ho già spiegato in quest’articolo [1] non sempre riesco a trovare una tela pronta della misura e qualità desiderata. Quando ciò accade sono costretto a comprare una tela grezza, montarla sul telaio e prepararla con un’imprimitura bianca.

Anche quando trovo una tela bianca della misura desiderata quasi mai la qualità della trama e della superficie mi soddisfa, per cui preferisco spendere qualche ora in più per prepararla da me. La preparazione che andrò a spiegare garantisce:

Apprettatura della Tela

Tela Grezza montata su Telaio

Partendo da una tela grezza prima di stendere l’imprimitura vera e propria è necessario eseguire la fase di apprettatura che consiste nel dare una mano di colla diluita in acqua. Questa fase è necessaria per i seguenti motivi:

Chi parte da una tela bianca già pronta può anche saltare questa fase e procedere direttamente con la fase di imprimitura.

Materiali

Per eseguire l’apprettatura di una tela utilizzo i seguenti materiali:

La colla Vinavil 59 si differenzia dalla comune Vinavil perché ha un pH neutro che non aggredisce il tessuto della tela. Si trova facilmente in ferramenta e il suo costo è paragonabile a quello della Vinavil comune.

Sul sito della Gambling Colors [2] si legge in inglese (evito di tradurre per non alterarne il senso):

Diluted with distilled water, PVA size is a contemporary size for fabric support. Conservation scientists recommend painters use neutral pH PVA size on linen and canvas instead of rabbit skin glue. PVA provides a good size layer that seals the fabric but does not re-absorb atmospheric moisture, swell and shrink like rabbit skin glue does. There are hundreds of different formulae of PVA. We acknowledge and appreciate the research of the Canadian Conservation Institute that helps painters and conservators identify the best PVA to use. Gamblin PVA Size is made from PVA that has a neutral pH and does not yellow. It also retains its flexibility and does not emit harmful volatiles.

Secondo il sito web gli esperti del Canadian Conservation Institute consigliano ai pittori di usare una colla polivinilica a pH neutro per la preparazione della tela al posto della classica colla di coniglio [3]. Il motivo è che essa non assorbe l’umidità atmosferica, non si gonfia o restringe.

Sinceramente non ho indagato più di tanto sui test eseguiti dal citato istituto e nemmeno credo di avere la competenza scientifica necessaria per validare la veridicità delle loro affermazioni. Tuttavia, trovo piuttosto normale che un’azienda di belle arti faccia leva sui test eseguiti da un laboratorio specializzato per promuovere i propri prodotti.

Quello che ho fatto io è stato semplicemente testare una colla analoga che si trova facilmente in Italia, con un costo piuttosto basso, facile da usare e con pH neutro. Il risultato mi ha soddisfatto e ho deciso di utilizzare questo prodotto per la preparazione delle mie tele. Fino a ora non ho avuto alcun problema.

Apprettatura Tela - Materiali

Versare due dita di colla Vinavil 59 dentro al bicchiere di plastica grande.

Vinavil 59 nel Bicchiere

Riempire il restante del bicchiere con l’acqua senza arrivare al bordo. Suggerisco di lasciare uno o due dita dal bordo.

Vinavil 59 e Acqua nel Bicchiere

Mescolare la miscela di acqua e colla con un bastoncino di legno qualsiasi. Continuare a mescolare finché acqua e colla non sono ben amalgamati.

Mescolare_Vinavil 59 e Acqua nel Bicchiere

Miscela Vinavil 59 e Acqua pronta per Apprettatura

Stendere la soluzione sulla tela grezza con il pennello.

Stesura Apprettatura

La miscela acqua e colla asciuga molto velocemente. Nella foto, infatti, si nota come alcune zone già erano asciutte nell’intervallo di tempo che era trascorso tra la fine della stesura e lo scatto della medesima. Non preoccupatevi se durante l’asciugatura si forma qualche grinza sul tessuto, asciugandosi esso diventerà più teso a causa del suo restringimento. Lasciare asciugare.

Apprettatura Tela Completa

Imprimitura della Tela

Finita la fase di apprettatura si procede con quella d’imprimitura che consiste nello stendere due o più mani di gesso acrilico o primer sulla tela, impermeabilizzandolo successivamente con un ulteriore strato di acqua e colla.

Materiali

I materiali che utilizzo per la fase d’imprimitura sono:

Imprimitura di una Tela - Materiali

Stesura del Gesso Acrilico

Con il bastoncino bisogna amalgamare il gesso e se è troppo duro va versata una goccia d’acqua per diluirlo.

Preparazione Gesso Acrilico

Rimuovere la colla in eccesso stesa durante la fase di apprettatura con la carta vetro.

Scartavetrare Tela con Apprettatura

Versare una striscia di gesso acrilico o primer al centro della tela.

Versare Gesso Acrilico su Tela

Cominciare a stendere il gesso in senso verticale con il pennello. Versare altro gesso se necessario.

Inizio stesura Imprimitura su Tela

Completare la stesura stendendo prima in senso verticale e poi orizzontale. Ripetere più volte se necessario. L’ultima stesura faccio sempre in modo che sia quella orizzontale e la eseguo appoggiando appena il pennello sulla tela e tirandolo senza applicare forza (lasciando lavorare solo quella di gravità). Con questo sistema la superficie diventa uniforme.

Prima Mano Imprimitura

Lasciare asciugare e poi scartavetrare la superficie per rimuovere eventuali imperfezioni.

Scartavetrare Prima Mano Imprimitura

Per la seconda mano stendere di nuovo il gesso al centro della tela come fatto prima.

Inizio Seconda Mano Imprimitura

Iniziare la stesura del gesso prima in direzione verticale e poi orizzontale.

Stesura seconda mano Imprimitura

Nell’ultima stesura, uniformare la superficie poggiando appena il pennello sulla tela e tirandolo senza applicare forza (lasciare lavorare solo quella di gravità).

Rifinitura seconda mano Imprimitura

A questo punto il lavoro è concluso e bisogna lasciare asciugare.

Seconda mano Imprimitura completata

Con la carta vetro rimuovere le imperfezioni concludendo così la fase d’imprimitura.

Scartavetrare Imprimitura

Impermeabilizzazione con Colla e Acqua

L’imprimitura finora preparata è ancora troppo assorbente e il colore rischia di prosciugare se non aggiungiamo uno strato di colla e acqua il cui compito è quello di:

Riutilizzare la miscela di acqua e colla preparata in fase di apprettatura per realizzare anche l’impermeabilizzazione della tela.

Colla Impermeabilizzante

Inizio stesura Colla su Imprimitura

Con il pennello stendere la miscela prima in senso verticale e poi in orizzontale.

Stesura colla su Tela con Imprimitura

Rifinitura Colla su Tela con Imprimitura

A questo punto la preparazione della tela è conclusa. Lasciare asciugare così poi posso procedere con il disegno del soggetto.

Il tema della preparazione della tela è uno tra i più discussi tra gli aspiranti artisti. Non credo esista un metodo migliore di un altro perché la scelta è legata agli obiettivi che l’artista si pone. Il mio suggerimento è quello di provare vari approcci per trovare il metodo più congegnale.

L’articolo non ha la pretesa d’illustrare il miglior metodo possibile per preparare una tela, ho solo spiegato quello che io utilizzo. Se pensate che questo metodo abbia lacune, sia migliorabile o semplicemente volete esprimere la vostra opinione potete lasciare un commento qui in basso.