Supporti per dipingere ad olio

Tele per dipingere

Il supporto per dipingere ad olio per eccellenza è la tela che puoi acquistare in un negozio di Belle Arti o su Internet già montata su un telaio.

Tela per dipingere

Oltre alla tela, però, i supporti su cui è possibile dipingere ad olio sono:

  • cartone telato;

  • pannello telato;

  • fogli per pittura ad olio;

  • pannello di legno o MDF;

I Supporti per Dipingere ad Olio

Il cartone telato è forse l’ideale per il principiante perché costa poco. In pratica si tratta di una tela incollata su un cartone già preparata con un’imprimitura bianca universale. Lo svantaggio di questo supporto è che tende a curvarsi con facilità, soprattutto con misure oltre il 50×70.

Cartone Telato

Il pannello telato è simile al cartone telato solo che la tela è incollata su un pannello di legno anziché su cartone. Costa un pochino in più ma non s’incurva facilmente come il cartone, però con dimensioni oltre il 50×70 comincia a diventare troppo pesante.

Pannello Telato

I fogli per pittura ad olio si vendono in blocchi da 10 o 20 fogli. Dovrebbero essere ideali per studi e prove, ma a mio avviso sono assolutamente da sconsigliare per via dell’eccessiva assorbenza del supporto.

Fogli per Pittura ad Olio

Infine, è possibile acquistare pannelli di legno (es. pioppo) o MDF in falegnameria e preparare poi il supporto per dipingerci sopra. Questi supporti, come il pannello telato, tendono a diventare troppo pesanti con misure superiori a 50×70.

Pannelli MDF

I Tipi di Tele

Come dicevo all’inizio del paragrafo il supporto ideale per la pittura ad olio è la tela montata su telaio. Leggera e funzionale è l’ideale per dipingere con questa tecnica. Le tele si differenziano in base al tipo di tessuto di cui sono composte. Sul sito l’Angelo dell’Arte di Alfredo Ossino troviamo il seguente elenco di tessuti con relative caratteristiche:

  • tele di lino: è considerata la migliore sia per la sua trama fine che per la sua resistenza. E’ poco sensibile all’umidità e alle variazioni climatiche, inoltre la tessitura fitta gli conferisce un’alta resistenza alle trazioni. Solitamente reperibile in diversi tipi di tessitura: grana grossa, media, fine o extra fine; che ne determinano la qualità e il costo.

  • Tele di cotone: la tela di cotone, come quella di lino, ha come caratteristica una tessitura molto stretta ma a differenza di questa è molto sensibile alle variazioni climatiche, all’umidità e alle trazioni. Il costo è inferiore alle tele di lino.

  • Tele miste lino: realizzata in lino e cotone, presenta più o meno le stesse caratteristiche della tela di lino. Sensibilmente più economica rispetto alla tela di lino 100%.

  • Tele di Iuta: tela dalla trama molto robusta. Presenta spesso nodi irregolari e sporgenti. Molto apprezzata da chi ama particolari effetti “a rilievo”.

  • Tele misto cotone: è una tela economica realizzata con cotone e fibre sintetiche, l’unico inconveniente è che se si deforma difficilmente può tornare tesa.

  • Tele sintetiche: esistono in commercio tele completamente sintetiche, realizzate con nylon di alta qualità che, sono immuni ad agenti atmosferici e batterici.

La Preparazione delle Tele

Le tele, sono vendute in commercio in formato grezzo o con un’imprimitura universale (le classiche tele bianche).

Tela Grezza

Nel primo caso è sempre necessario preparare la tela prima di cominciare a dipingere. Nel secondo caso è possibile cominciare a dipingere fin da subito a patto che la preparazione sia non assorbente. Purtroppo, però, molti produttori non scrivono questa informazione sulla confezione e per ovviare a questo problema esistono solo due metodi:

  • con un pennino calligrafico da disegno bagnato nell’inchiostro traccia una linea, se l’inchiostro si spande allora la tela è assorbente e necessita di preparazione, viceversa il contrario.

  • Stendi un po’ di colore sulla tela e lascia asciugare due o tre giorni. Passato questo lasso di tempo stendi il medesimo colore accanto a quello secco. Se la brillantezza dei due colori è simile allora il colore non ha prosciugato, quindi la tela è della giusta assorbenza ed è pronta all’uso.

E’ importante evitare di dipingere su tele troppo assorbenti perché l’olio dei colori verrebbe risucchiato dandogli una parvenza opaca e brutta.

Ti è mai capitato di dipingere su una tela assorbente già pronta? Hai notato che a volte si formano zone lucide e zone opache? Quelle opache si chiamano prosciughi e una delle cause della loro formazione è proprio l’eccessiva assorbenza del supporto.

La preparazione della tela può essere necessaria anche sulle tele non assorbenti quando, ad esempio, si deve dipingere un quadro ricco di dettagli e si desidera una superficie più liscia.

Leggi gli altri articoli della serie Materiali per pittura ad olio.


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. ERNESTO CIRIELLO dice:

    ……sono già da alcuni anni u iscritto ed ho sempre ricevuto le pubblicazioni che ho sempre apprezzato e seguito con interesse.

    La presente per chiedere informazioni in merito al mancato ricevimento dell newsletter ?

Parla alla tua mente

*