Siete capaci di disegnare utilizzando la prospettiva con 3 punti di fuga?

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-13

In quest’articolo impareremo a disegnare utilizzando la prospettiva con 3 punti di fuga, detta anche a “volo d’uccello”. Nell’articolo sulla prospettiva centrale abbiamo visto come disegnare oggetti che hanno una faccia parallela al piano di proiezione. In questo tipo di prospettiva tutte le linee di fuga convergono verso un unico punto di fuga centrale. Quando l’oggetto è in posizione accidentale, ossia nessuna faccia è parallela al piano di proiezione, allora si applica la prospettiva accidentale dove le linee di fuga convergono verso due punti di fuga laterali. In entrambi i  tipi di prospettiva l’assunzione è che osservatore e oggetto stanno su un medesimo piano di appoggio, oppure su piani di appoggio paralleli. Quando quest’ultima condizione non viene soddisfatta allora si applica la prospettiva con 3 punti di fuga dove, come dice la parola stessa, le linee di fuga convergono verso 3 punti. Le immagini in questa prospettiva sono molto più dinamiche e suggestive. Nella storia dell’arte questo tipo di prospettiva è stato utilizzata con meno frequenza. Oggi viene molto sfruttata nelle inquadrature panoramiche dei fumetti.

Per spiegare l’applicazione di questo nuovo tipo di prospettiva vedremo una sua applicazione pratica disegnando una semplice casa.

Disegniamo la linea d’orizzonte molto in alto nel foglio e definiamo i due punti di fuga laterali PFL e PFR con il  punto focale centrale PFC esattamente al centro. Definiamo poi il terzo punto di fuga A.

Nella prospettiva centrale si partiva disegnando il piano frontalpe della casa, nella prospettiva accidentale da uno spigolo, nella prospettiva a 3 punti di fuga si parte da un punto che denoteremo con la lettera B.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-1

Uniamo B ai 3 punti di fuga.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-2

Decidiamo a piacere la profondità della casa e tracciamo, sul segmento B-PFL, il punto C. Uniamo C con PFR e A.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-3

Decidiamo a piacere la larghezza della casa e tracciamo, sul segmento B-PFR, il punto D. Uniamo D con PFL e A. Otteniamo un nuovo punto E.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-4

Decidiamo a piacere l’altezza della casa e tracciamo sul segmento AB il punto F. Uniamo F con PFL e PFR. Otteniamo i nuovi punti G e H.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-5

Tracciamo le diagonali dei due rettangoli BCFH e EDGM così da determinare i centri dei due rettangoli.  Facciamo partire due rette che uniscono questi due punti con A così da poter definire, a piacere, l’estremità del tetto.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-6

Sia I l’estremità anteriore del tetto. Uniamo I con PFR e con B e C. Il punto L sarà l’estremità posteriore del tetto che uniamo a D. A questo punto la forma geometrica della casa è conclusa.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-7

Rendiamo il tetto un pò più largo in tutte le direzioni così che la casa abbia un aspetto migliore.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-8

Ripassiamo le linee utili con un pennarello.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-9

Con un’analoga procedura si può realizzare una casa vista dal basso.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-10

Come esercizio potete provare qualcosa più difficile. Inizialmente avevo pensato ad una croce perchè è un pochino più complesso della casa. Poi mi sono chiesto ma perchè non aggiungere qualche elemento più interessante? Così ho aggiunto  Cristo. Il problema qui era definire le giuste proporzioni in prospettiva. L’idea è quella di partire dalla testa (disegnate un semplice ovale) e unite le estremità al punto di fuga laterale più lontano. Tracciate una linea verticale che venga attraversata da queste linee. Su questa linea verticale i punti di intersezione ci daranno le dimensioni della testa che dovremo replicare per otto sulla stessa linea verticale. Otteniamo così 9 punti che possiamo unire allo stesso punto di fuga e prolungarle fino alla croce avendo così l’esatta altezza delle varie parti del corpo.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-11

Avendo un pò di tempo ho ombreggiato con pennarello utilizzando una tecnica usata in alcuni fumetti. Un forte contrasto tra ombra e luce e i pochi mezzi toni fatti con leggeri puntini (dithering). Sul computer si simula facendo il Posterize dell’immagine a 2 o 3 colori. Avrei voluto aggiungere anche uno sfondo adeguato ma credo di essere già andato un pò troppo fuori gli obiettivi dell’articolo.

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-12

come-disegnare-prospettiva-3-punti-fuga-13

Hai letto i restanti articoli della serie La Prospettiva? Ecco l’indice degli articoli disponibili.


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Parla alla tua mente

*