Bozza di Ritratto ad Acquarello

bozza1

Oggi volevo mostrarvi un semplice esercizio. Un acquarello che mostra a grandi linee un esempio di ombreggiatura di un volto. Il volto sarà anch’esso solo abbozzato: il classico ovale.

Con l’acquarello si lavora in maniera opposta rispetto ai colori ad olio e acrilici. Si parte dai colori più chiari per arrivare a quelli più scuri.

1. Come prima cosa teniamo ben presente la scala tonale che ci tornerà utile durante questo esercizio.

greyscale1

2. Sciegliamo il colore di base del nostro volto. Un mix di ocra gialla e terra di siena naturale.

3. Iniziamo con una mischela molto chiara. Il tono di questa miscela è circa pari al valore 9 della scala di grigi. Dipingiamo con uno strato uniforme l’intero volto.

bozza2

4. Ora aggiungere alla miscela più ocra gialla e terra di siena naturale e un tocco di terra di siena bruciata per dipingere la parte in ombra. Il tono deve essere circa più scuro di 4 toni, cioè poichè il tono più chiaro è 9 quello dell’ombra sarà 5. Si osservi come il soggetto è illuminato da una luce proveniente dall’alto e spostata a sinistra. Si osservi, inoltre, come tutte le linee d’ombra siano collegate tra loro (l’unica staccata è quella sotto l’arcata sopraciliare sinistra). La connessione delle ombre è molto importante nell’esecuzione di un ritratto. La parte in ombra più esterna è leggermente più chiara perchè rappresenta la luce riflessa. Si noti anche come tutto il labbro superiore sia stato ombreggiato. Infine, c’è l’ombra del volto proiettata sul collo meno scura a causa della luce riflessa.
bozza3

5. Ora si prepari una miscela intermedia tra le due tinte (es. tono 7) e si colorari le seguenti zone: sulla fronte l’area di contatto tra luce e ombra, la parte superiore del naso, la base del naso, sotto l’arcata sopraciliare sinistra, sotto l’occhio sinistro cioè la zona aderente allo zigomo, la zona di transizione tra luce e ombra sul mento e l’orecchio destro.
bozza4

6. Completiamo il lavoro con le zone più scure del quadro. Le narici del naso e gli spigoli della bocca. Generalmente anche le pupille sono molto scure ma in questo esercizio li ho volutamente omessi.

bozza5


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Parla alla tua mente

*