Preparare i colori ad olio da se

oil1
Tempo fa mi ritrovavo a via Margutta alla mostra dei Cento Pittori. Mi capitò di parlare con un artista che effettuava riproduzioni di quadri antichi utilizzando tecniche antiche. Io avevo intuito che si preparava i colori da solo ma volevo una conferma così gli faci la seguente domanda: “ma lei utilizza tubetti di colore o se li prepara da solo?”.

Lui mi guardò quasi come dire “ma che razza mi domanda mi fai …”. Mi confermò che i colori se li preparava rigorosamente da soli. Io sconsiglio questa pratica ai principianti e anche a quelli che non avvertono un’esigenza specifica. Sperimentare la preparazione dei colori è giusta, ma la scelta non deve avvenire solo per dire … che figo, i colori me li preparo da solo. Non so se sono stato chiaro.

Per consentire a chi lo desidera di sperimentare da se la preparazione dei colori vi fornisco il metodo di esecuzione.
oil1

Si disponga su una superfice non poroso il pigmento del colore che si desidera preparare. I pigmenti li trovate nei negozi specializzati.
oil1

Con una spatola creare un piccolo buco al centro della polverina.
oil1

Versare pochissimo olio di lino nel buco realizzato prima. Mettere pochissimo olio. Di olio ne serve meno di quello che possiate immaginare.
oil1

Dalla figura si osserva che per 30g di pigmento si è versato un cucchiaino di olio.
oil1

A questo punto con la spatola portiamo il pigmento verso il centro sovrapponendolo all’olio. Attenzione che l’olio non scappi via dai lati. Portando il pigmento verso il centro e schiacciando la spatola verso il basso si inizia a mischiare l’olio con il pigmento.
oil1

Continuate l’opera di mistione con la spatola.
oil1

Quando il colore avrà raggiunto la consistenza adeguata, possiamo utilizzarlo così com’è sulla tavolozza. Prossimamente, invece, vedremo il processo da seguire per conservare il colore in un tubetto o barattolino.

Fonte: www.sinopia.com


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. Mauri pocos dice:

    bene proprio quello che cercavo. Ma è più economico?

  2. Dipende. Innanzittutto prendiamo i colori x Artisti in modo da fare un confronto serio (non consideriamo i colori Maimeri Classico che sono sempre più economici). Qui trovi i prezzi dei pigmenti da 100 ml http://www.sebinocolori.it/scheda_colori.asp?cod=100&nome=MAIMERI%20PIGMENTI qui trovi i prezzi dei tubetti da 20 ml http://www.sebinocolori.it/scheda_colori.asp?cod=200&nome=MAIMERI%20COLORI%20A%20OLIO Prendiamo l’Arancio di Marte. Pigmenti 100 ml= 9,72 Tubetto 20 ml=3,47 Ora la domanda è con 100 ml di pigmento quanto colore riesci a fare? Secondo me più di 100 ml che questo basta a capire che conviene di più. Inoltre, se prepari molto colore e lo conservi in un barattolino, quando finisci di dipingere lo rimetti al suo posto, cosa che i genere non fai con i tubetti (la esistono altri espedienti). Poi c’è il discorso della praticità. Spesso lavorare con i colori a olio porta via molto tempo. Prepara i tubetti, pulisci i pennelli, pulisci la tavolozza … sono tutte operazioni noiose, e l’aggiunta di un’altra operazione noiosa potrebbe peggiorare la situazione. Tutto dipende da quanto tempo ognuno di noi può dedicare a questo hobby. Cq, sul problema della conservazione ritorneremo.

  3. grazie,,,non vedo l’ora di provare:-)

Parla alla tua mente

*