Natura morta con angurie dipinta con i colori ad olio

natura morta angurie pittura olio

Nella mia biblioteca personale ho numerosi libri di disegno e pittura sia in lingua inglese che in italiano. Tra i vari autori c’è l’artista Helen van Wyk di cui ho parlato già diverse volte su questo blog.  Helen van Wyk ha scritto diversi libri, di ottimo livello, tra cui 2 libri in cui riporta le sue ricette di mistione per i diversi soggetti pittorici che un’artista può incontrare nel corso della sua carriera. Di questi due libri io posseggo solo Helen van Wyk’s Favorite Color Recipes, un libro di cui ho già scritto la recensione e che consiglio di acquistare se sapete leggere l’inglese. In questo libro c’è una bellissima foto di natura morta composta da un’anguria tagliata in due e due fette di angurie che arricchiscono la composizione. Nel libro non c’è l’esecuzione passo passo di questo progetto ma solo qualche indicazione sui colori da utilizzare. Poichè utilizzo una tavolozza diversa da Helen (ad esempio io non uso il blu ftalo, il verde ftalo, il giallo verde ftalo, rosso graumbacher, ecc.) ho dovuto rivedere anche le mescolanze suggerite. Quindi ho scelto tra i vari progetti disponibili sul testo uno che non fosse sviluppato nei dettagli proprio per poterlo fare io partendo unicamente dalla foto e poterlo poi pubblicare sul blog.

natura morta angurie pittura olio

Nella 6° lezione del corso di pittura ad olio per principianti ho spiegato come io di solito tendo a preparare tutte le tinte prima di iniziare a dipingere in modo da focalizzarmi prima sulla mistione dei colori e poi, successivamente, all’applicazione di tali colori sulla tela.

natura morta angurie pittura olio

Il supporto da me utilizzato per il dipinto è un cartone telato 20×30 su cui non ho eseguito alcuna imprimitura, l’ho usato così come acquistato nel negozio di belle arti. Per prima cosa ho eseguito il disegno che è abbastanza semplice. Poi come è prassi nel metodo Van Wyk ho eseguito uno studio tonale utilizzando solo il bianco di titanio e il nero avorio. Lo studio tonale l’ho eseguito con i colori acrilici in modo da farlo asciugare immediatamente. La procedura utilizzata è quella spiegata nell’articolo Come mescolare i colori ad olio per realizzare un chiaroscuro. Rispetto alla procedura spiegato nell’articolo, ci sono due varianti:

  • ho utilizzato i colori acrilici anzichè quelli ad olio affinchè il chiaroscuro asciugasse prima;
  • non ho utilizzato la tavolozza di legno con i colori acrilici e sconsiglio di farlo. Utilizzate una tavolozza umida adatta agli acrilici.

natura morta angurie pittura olio

Per prima cosa ho dipinto la prima anguria a sinistra. Le tinte le avevo mescolate in anticipo e sono le seguenti:

  • Per il colore locale della scorza ho usato giallo limone + verde di cadmio chiaro + verde vescica + rosso cadmio chiaro. Perchè proprio queste tinte? Mi serviva uno hue giallo verde quindi ho mescolato giallo limone (rispetto al giallo cadmio chiaro è più vicino al verde) e verde cadmio. Il colore ottenuto, però, era troppo chiaro, quindi andava scurito. Per fare ciò ho utilizzato un giallo verde più scuro come il verde vescica. Quando anche la tonalità era quella desiderata ho visto che il colore era un pò troppo brillante rispetto alla figura di riferimento. Quindi ho ridotto la saturazione con il rosso cadmio chiaro, ossia, il complementare. Chi legge la Newsletter conosce già il mio metodo di mescolanza dei colori. Chi non è iscritto e desidera ricevere ulteriori informazioni sul disegno e la pittura potrà farlo riempendo il form in alto a destra. Riceverete anche in omaggio l’ebook “Come dipingere con la tecnica dei fiamminghi”.
  • Il colore giallognolo è stato ottenuto mescolando al colore locale precedentemente ottenuto, giallo limone e bianco.
  • Il colore della scorza più scuro l’ho ottenuto aggiungendo al colore locale il verde vescica e poco blu oltremare.
  • Dove l’anguria di sinistra si incrontra con la fetta di anguria ho colorato di verde più scuro aggiungendo alla miscela precedente ancora più verde vescica e blu.
  • L’interno rosso dell’anguria è stato ottenuto mescolando cremisi d’alzarina, rosso cadmio chiaro e pochissimo verde cadmio chiaro.  Questo colore ai bordi diventa più chiaro e per ottenere questa tonalità ho aggiunto al colore precedente giallo cadmio chiaro e bianco.
  • I contorni dell’anguria sono bianco con pochissimo verde cadmio chiaro.

natura morta angurie pittura olio

Per la seconda anguria le miscele sono più o meno le stesse solo che se osservate bene la scorza della seconda anguria è più in ombra rispetto a quella della prima anguria, quindi le mescolanze devono avere un tono più scuro. Per far ciò ho utilizzato il colore locale utilizzato per la precedente anguria per le strisce più chiare e quelle in ombra per quelle più scure. Dove l’anguria incontra la fetta ho aggiunto più verde vescica e blu alle strische scure. Il colore inteno della seconda anguria è simile alla prima solo che la zona più chiara è maggiormente estesa. Poi c’è l’ombra portata della prima anguria su questa zona che va colorata aggiungendo al colore rosso dell’anguria un pò di terra d’ombra bruciata. I colori per le fette d’anguria sono gli stessi, del resto un quadro armonioso si ottiene riproponendo più volte le stesse tinte. Queste tinte, però, potrebbero essere più chiare o più scure a seconda dei piani su cui vengono applicate. Ad esempio, il lato destro della fetta di sinistra è più scura rispetto alla fetta di destra. Quindi in tal caso il colore rosso dell’anguria si scurisce con un pò di terra d’ombra bruciata. Dove serve un colore più chiaro si aggiunge al rosso dell’anguria il bianco e poco giallo cadmio chiaro. Osservate la seconda fetta che ha sul lato sinistro l’ombra proiettata della prima anguria. Lo sfondo è terra d’ombra bruciata e nero d’avorio. Il colore è più chiaro nell’angolo destro dove ci sarà più terra di siena naturale. Si osservi come sullo sfondo sia ben visibile e marcata l’ombra della seconda anguria che traccia una linea dritta quasi orizzontale.

natura morta angurie pittura olio

Il tavolo è giallo ocra, terra di siena naturale e bianco. Si eviti l’errore di dipingere un tavolo piatto con tinta unita ma si vari il colore aggiungendo più bianco dove c’è più luce e più ocra e terra di siena dove ne serve meno. Le ombre sono state ottenute aggiungendo a ocra giallo e terra di siena cremisi d’alzarina e nero avorio. Ho rinforzato i punti di massima luce sulle fette con bianco e poco rosso d’anguria mescolato in precedenza.

natura morta angurie pittura olio

Prima di dipingere i semi ho colorato le zone dei semi con un rosso più scuro aggiungendo al  colore locale dell’interno dell’anguria  il  rosso cremisi. Poi ho aggiunto il colore dei semi che è dato da terra d’ombra bruciata più poco rosso cadmio chiaro e poco cremisi.

natura morta angurie pittura olio

Questo è il risultato finale della natura morta con angurie. Ho aggiunto la firma con un pennello sottile e per colore ho utilizzato quello dello sfondo. Chi lo desidera può trovare numerosi progetti eseguiti passo dopo passo sul libro Helen van Wyk’s Favorite Color Recipes.

Se non sei iscritto alla Newsletter e desideri usufruire di questo servizio non perdere altro tempo, inserisci il tuo nome e indirizzo email nel form in alto a destra riceverai gratis anche l’ebook “Come Dipingere con la Tecnica dei Fiamminghi”.


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. Ciao Salvatore
    sono proprio belli i colori di ste angurie solo che la forma della
    prima richiama una ….mortadella 🙂

  2. Considera che nella mia vita ho fatto pure il salumiere 🙂

Parla alla tua mente

*