Disegnare un paesaggio cittadino utilizzando la prospettiva accidentale

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

In quest’ articolo, estratto da una lezione di John Hagan, vedremo come applicare i principi di prospettiva accidentale già esposti in questo blog. Come esempio utilizzeremo un semplice paesaggio cittadino composto da una serie di grattacieli.

Dividiamo il foglio in quattro parti e siano LVP e RVP i due punti di fuga che coincidono con l’estremità della linea di orizzonte.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Lo spigolo del palazzo più vicino all’osservatore sta sulla linea verticale di suddivisione del foglio. Dagli estremi di tale spigolo facciamo partire le linee di fuga verso LVP e RVP.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Tracciamo gli spigoli laterale del primo palazzo. Abbiamo così definito i contorni del primo palazzo.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Ripassiamo il parallelopipedo del palazzo con una linea di maggiore spessore in modo da evidenziarla rispetto alle linee di costruzione.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Con un analogo sistema si realizzi un secondo palazzo a fianco del primo. Scegliamo lo spigolo in modo che stia a destra del primo palazzo. Tracciamo le linee di fuga come fatto nel passo precedente. Infine, tracciamo le linee laterali del palazzo.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Ripassiamo il parallelopipedo del secondo palazzo con una linea di maggiore spessore in modo da evidenziarla rispetto alle linee di costruzione, così come fatto per il primo palazzo.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Ripetiamo il processo aggiungendo un terzo parallelopipedo e utilizzando le medesime modalità di costruzione. Questa volta il palazzo è collocato a sinistra rispetto al palazzo centrale. In questo caso, però, abbiamo aggiunto una piccola complicazione, nella parte bassa il palazzo ha un prolungamento che otteniamo tirando un’apposita linea di fuga.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Calchiamo il palazzo così da distinguere i suoi contorni dalle linee di costruzione.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Aggiungiamo un altro palazzo in fondo a destra seguendo sempre le modalità di costruzione utilizzate per gli altri palazzi.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Aggiungiamo un ultimo palazzo in fondo a sinistra.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Calchiamo le linee di contorno per distinguerle da quelle di costruzione.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Ombreggiamo il lato destro di ciascun palazzo in modo da conferire al lavoro un aspetto più tridimensionale.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Aggiungiamo maggior realismo inserendo il dettaglio delle finestre anch’esse tracciate con l’ausilio delle linee di fuga. Con quest’ultimo accorgimento possiamo considerare concluso il nostro lavoro.

disegnare-paesaggio-cittadino-prospettiva

Hai letto i restanti articoli della serie La Prospettiva? Ecco l’indice degli articoli disponibili.


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. antonia aillardi dice:

    Dai veramente delle informazioni utili e semplici.Finalmente riesco a capire qualcosa della prospettiva ,cercherò di fare al meglio questi esercizzi,ti ringrazio alla prossima.antonia da Treviso ciao

  2. Interessantissimo questo articolo!

  3. molto interessante quello che ho visto sulla prospettiva di un disegno,c’è un libro dove vengono spiegate come imparare le prospettive di un disegno? se si posso sapere il titolo e dove posso trovarlo? grazie lucia milano.

Parla alla tua mente

*