Dipingere una goccia

dipingere una goccia

Come dipingere una goccia? Quante volte ti è capitato di vedere quelle stupende nature morte ricche di dettagli e effeti speciali come le gocce d’acqua e ti sei chiesto: ma come fanno? Questo tutorial ti spiegherà, in breve, come dipingere una goccia.

Questa è una libera traduzione di un articolo di Pierre Labeau presente sul forum Wetcanvas. Il tutorial mostra come dipingere due tipi di gocce e, per ciascuna di esse, fornisce 4 foto progressive di avanzamento che ti aiuteranno nella comprensione.

Dipingere 1° tipo di goccia

medium_drops4

La seguente figura mostra le 4 fasi per dipingere una goccia. Per far risaltare ancora di più il soggetto l’artista ha scelto un fondo blu. Nel primo riquadro Pierre ha dipinto i contorni della goccia con del blu (più scuro rispetto allo sfondo). A quel punto con il colore blu viene dipinta la parte interna della goccia. Si osservi che la parte in alto è anche la più scura. Qui sarà il punto in cui metteremo alla fine il punto di massima luce. La luce entrerà da qui e seguendo una linea retta attraverserà la goccia e uscirà nella parte bassa che, come potete osservare ha un riflesso più chiaro. Nella figura 3 è importante dipingere l’ombra che la goccia proietta sul piano. Se nella parte alta si piò usare una punta di arancio per scurire il blu, per quest’ombra portata si usi più arancio. Infine si dipinge il punto di massima luce. Con quale colore? Beh lo sappiamo dalle lezioni precedenti: bianco + pochissimo complementare del blu, cioè arancio.

Dipingere 2° tipo di goccia

medium_droplets

Con la stessa tecnica si possono dipingere anche gocce del tipo riportato sopra. Questa tecnica la si può utilizzare anche per dipingere le gocce sopra le rose che stiamo studiando nell’articolo sulla tecnica dei fiamminghi.

Se conoscete modi alternativi per dipingere le gocce d’acqua non esitate ad aggiungere i vostri commenti.

Fonte: wetcanvas

 


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. Non ti preoccupare Salvatore,le figure si vedono..Ancora grazie x questo bellissimo blog, ogni giorno entro a visitarlo.Buona giornata!

  2. Tranquillo Salvatore…Io nel mio pc non ho problemi nel vedere l’immagine.Grazie ciao ciao ;)

  3. ciao salvatore, stamattina alle 8 quando ho guardato la prima volta il blog non si vedevano…
    ora sì!!!
    Ciao ciao!!!

  4. infatti alle 8 ho notato la cosa … ho apportato una modifica ma volevo una conferma da parte vostra.
    Grazie

  5. antonio dice:

    E’ proprio un sito molto interessante, non è facile trovare tutto così dettagliato.
    Grazie, e spero ancora in altre illustrazioni.

  6. Ciao, scusatemi ma sono profondamente ignorante nel campo della pittura, l’unica cosa che sento è che amo guardarla e mi perdo ogni volta che vedo un quadro dipinto a mano, in disegno a scuola avevo come voto massimo 4 e proprio convinta che non ero e non sarò mai in grado di disegnare qualcosa.
    Ma vorrei un aiuto per provarci.
    cosa devo comprare per fare un quadro con i colori a pennello su tela,vorrei stupire me stessa.
    grazie un bacione a tutti.

  7. Per cominciare, giusto per non spendere molto ti consiglio:

    - un cartone telato, costa meno della tela su legno;
    - tre pennelli tondi uno grande uno medio e l’altro piccolo;
    - 3 colori: giallo, rosso e blu. In particolare giallo cadmio chiaro, rosso cadmio chiaro e blu oltremare o cobalto. A questi aggiungi nero avorio e bianco titanio.

  8. Ciao Morena.
    sono 6 anni che dipingo e le mie prime opere vederle oggi mi fanno piangere.
    Io personalmente le ho provate tutte e da solo. A volte guardavo le lezioni di pittura su youtube. Oggi posso vantarmi
    di bellissime opere.
    Ti consiglio pochi colori e tanta fantasia.

  9. Ciao Salvatore, sono un nuovo utente, leggo con molto interesse questo tuo blog. Mi piace dipingere, a livello amatoriale. Ti chiedo un consiglio, se possibile. Devo dipingere un paesaggio marino (mare, cielo ed alcuni scogli) dall\’interno di una stanza (in primo piano), con \"effetto\" finestra, nel senso che vorrei che si capisse che c\’é un vetro. Dunque, in primissimo piano c\’é della frutta su un tavolo, poi un muro di pietra a destra in secondo piano, e poi un \"buco\" che fa vedere appunto questo scorcio dietro la frutta. Spero di essere stato abbastanza chiaro..

  10. sasadangelo dice:

    Qual’è il consiglio che vuoi chiedermi?

  11. In effetti non si capisce, scusa..é proprio creare l’”effetto” finestra sullo sfondo che vorrei sapere come fare, é una questione di tonalitá di colori, oppure si puó creare un effetto vetro che sbiadisce un pó il paesaggio in lontananza (cielo, mare e scogli). per come l’ho dipinto ora, sembra che la finestra non ci sia proprio..

  12. sasadangelo dice:

    Ciao enrico,
    sembra che tu debba dipingere un trompe d’oeil. Non so se questo è il caso. Le questioni qui sono tantissime e penso che se dovessi scrivere tutto quello che mi passa per la mente ci vorrebbe un post enorme.

    Andiamo per gradi. Parliamo del paesaggio dove, in genere, il primo problema è l’effetto lontananza o in gergo “prospettiva aerea”.

    Il modo più semplice per simularla è un atecnica che ho appreso da John E. Robinson:
    http://www.disegnoepittura.it/prospettiva-aerea-esempio-applicazione/

    l’idea è di fissare a piacere il colore dell’atmosfera (diciamo ad esempio con blu ceruleo + bianco … ma puoi scegliere tu i colori che desideri). Poi questo colore entrerà a far parte di tutte le miscele, più gli oggetti sono lontani più questo colore sarà maggiore. Quindi se hai una montagna che vuoi diingere in lontananza che colore la fai? Decidi che colore è la montagna se essa fosse in primo piano. Deciso questo colore aggiungi tanto colore dell’atmosfera quanto più lontana essa deve stare. Così se hai una catena di monti (diciamo 3 montagne) a 3 distanze diverse, ognuna avrà una quantità crescente di colore dell’amosfera all’aumentare della distanza.

    Ci sono altri modi per simulare la prospettiva aerea, questa è la più semplice.

    Un altro post che spiega questo concetto è questo:
    http://www.disegnoepittura.it/prospettiva-aerea-pratica/

    Qua trovi un esmpio pratico dei principi esposti nell’articolo di sopra:
    http://www.disegnoepittura.it/prospettiva-aerea-esempio/
    ingrandisci la foto per vedere i commenti.

    Ti consiglio di fare delle prove con gimp o photoshop aiutano molto a capire come dipingere il tuo paesaggio.

    Se hai altre domande sul paesaggio fai pure (magari se mi mandi il link alla foto potrei esserti di aiuto) se no procediamo con la finestra in primo piano …

  13. grazie per i consigli bellissimo blog speriamo che non si fermi ci vengo spesso per impare ma o notato gia che da un po di tempo non vengono aggiunte cose nuove speriamo che non viene abbandonato.ciao

  14. sasadangelo dice:

    sei sicuro?
    generalmente aggiungo un post ogni martedì.
    Ultimamente sto aggiungendo post anche il sabato.
    No problem, il blog non è abbandonato e non lo sarà.

  15. sasadangelo dice:

    ah dimenticavo david,
    una cosa che probabilmente non notate è che io spesso aggiorno vecchi post.
    Ogni giorno imparo cose nuove che mi fanno ripensare a cose scritte.
    Su facebook di tanto in tanto ripropongo i post rivisitati.

    Forse quando lamenti della mancanza di aggiornamenti ti riferisci al fatto che probabilmente ultimamente la qualità del blog non è di tuo gradimento? Ci terrei a saperlo, soprattutto in cosa sbaglio.

    Ciao
    A prsto