Come eseguire l’imprimitura di una tela.

Come eseguire imprimitura di una tela

Nella serie di articoli Materiali per Pittura ad Olio abbiamo visto quali sono i materiali che l’artista principiante può utilizzare per dipingere con i colori ad olio. Tra questi materiali ci sono i supporti su cui dipinge che, tipicamente, sono: tele, cartoni telati, pannelli telati e MDF.  Questi supporti hanno una superficie telata già pronta per ricevere i colori, per cui è possibile dipingere su di essi fin da subito. Quando bisogna però dipingere un soggetto con molti dettagli la superficie ruvida della tela potrebbe essere un ostacolo. In tal caso si applica sulla tela la cosiddetta Imprimitura, uno strato di materiale tipicamente a base di gesso e colla che rende la superficie liscia come l’avorio ma, allo stesso tempo, adatta a ricevere i colori ad olio.

Imprimitura di una tela o pannello di legno

Un primo modo per eseguire l’imprimitura di una tela o di una tavola di legno è attraverso l’uso del gesso acrilico. Poiché questo argomento è già stato trattato in un altro articolo eviterò di ripetermi. In questo articolo voglio mostrarvi un altro metodo che, probabilmente, è più adatto per la pittura ad olio visto che viene realizzata con prodotti commerciali creati ad hoc per questa tecnica pittorica.

Nella seguente fotografia potete osservare i materiali utilizzati per l’imprimitura: imprimitura per colori ad olio della Maimeri, 3 pezzi di compensato da 4 mm, spatola, spruzzino d’acqua, foglio di giornale, carta vetro per stucchi 180, guanti di lattice. L’imprimitura Maimeri per colori ad olio è un po’ ostica da usare perché se si attacca alle mani o ad un qualsiasi altro materiale viene via molto difficilmente. Per questo vi esorto a non eseguire questa procedura senza i guanti di lattice. Il foglio di giornale è fondamentale per evitare di sporcare il tavolo su cui eseguirete l’imprimitura. L’uso dei 3 pezzi di compensato è per evitare di rovinare i materiali di pittura con l’imprimitura. Io uso solo una spatola per pulire il compensato alla fine del lavoro, ho sperimentato che su di essa l’imprimitura viene via con maggior facilità. Non usate pennelli per stendere l’imprimitura Maimeri se non volete distruggerli per sempre.

Come eseguire imprimitura di una tela

Questa è l’imprimitura Maimeri per i colori ad olio. Mi scuso per la pubblicità ma l’obiettivo del mio blog è darvi consigli precisi che sperimento in prima persona, quindi alcune volte queste precisazioni sono importanti. Se qualcuno vuole segnalare altri prodotti può farlo nella sezione commenti. Questa imprimitura contiene una resina alchidica, ragia minerale, eccipienti e biossido di titanio. E’ molto diversa dal gesso acrilico ed è anche un po’ più difficile da usare.

Come eseguire imprimitura di una tela

Con un piccolo pezzo di compensato prendo l’Imprimitura e lo porto sul compensato che fungerà da appoggio per l’imprimitura stessa.

Come eseguire imprimitura di una tela

Come eseguire imprimitura di una tela

A questo punto prendo l’Imprimitura dal compensato di appoggio e lo riporto sulla tela cercando di distribuirlo in maniera equa.  Prima di fare ciò è consigliabile bagnare la tela con lo spruzzino e stendere l’acqua con le mani o un pennello. Prendo poi il pezzo di compensato adibito alla stesura dell’Imprimitura e la stendo sulla tela o sulla tavola. Alterno movimenti orizzontali con movimenti verticali. E’ una procedura simile a quella che usano i muratori per stendere lo stucco sui muri.

Come eseguire imprimitura di una tela

Quando l’imprimitura sarà ben stesa lascio asciugare. Tipicamente dopo 30 minuti la tavola è già asciutta ma io preferisco farla riposare almeno un giorno perché ho sperimentato che l’uso della carta vetro su un’imprimitura asciugata solo 30 minuti stacca via i pezzi rovinando il lavoro svolto.

Come eseguire imprimitura di una tela

Quando l’imprimitura è asciutta si utilizzi la carta vetro per stucchi 180 per rendere la superficie liscia come l’avorio. In commercio esistono carte vetro per stucchi, legno e ferro. Voi dovrete acquistare il primo tipo. Inoltre, dietro le carte c’è un numero che esprime il grado di finezza. Io utilizzo quello 180. Inoltre, utilizzo uno speciale supporto per la carta vetro che costa meno di 1 Euro. Volendo potete usare anche un pezzo di legno. Questo accorgimento garantisce che la carta sia perfettamente orizzontale quando sfregata sulla tela.

Come eseguire imprimitura di una tela

Terminata la fase di levigatura uso un po’ di panno carta per rimuovere la polvere. Poi bagno con lo spruzzino la superficie stendendo, se necessario, l’acqua con un pennello o con le mani. A questo punto ripeto il procedimento di stesura dell’imprimitura. Volendo è possibile ripetere il processo anche 3 volte, finché non si è soddisfatti del risultato.

Come eseguire imprimitura di una tela

Come eseguire imprimitura di una tela

Il risultato finale sarà un supporto bianco e liscio come l’avorio pronto per essere usato con i colori ad olio.

Come eseguire imprimitura di una tela

In questo video potete osservare la procedura spiegata in questo tutorial. L’imprimitura la uso da diversi anni ancor prima di  vedere questo video ma devo dire che la sua visione ha perfezionato la mia tecnica perché ho iniziato ad adottare i seguenti accorgimenti:

  • l’uso della carta vetro 180, io prima usavo la 120. I risultati sono sicuramente migliori.
  • l’uso di un pezzo di compensato al posto della spatola. L’imprimitura diventa più uniforme e non perdo molto tempo a pulire la spatola.

Il video pubblicizza materiali diversi ma il procedimento è analogo.

Leggi gli altri articoli del corso di pittura ad olio per artisti principianti


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. ciao Salvatore
    certamente sono molto utili questi articoli:li leggo molto volentieri c’è sempre da imparare.Sull’argomento di questo articolo volevo domandare :
    -che differenza c’è tra l’imprimitura col gesso acrilico classica e quella schifezza della Maimeri o marche equivalenti ???
    -la campitura si può fare in entrambi i casi?
    -ma sarà poi vero che la campitura armonizza ? e poi invece della campitura se si aggiunge un colore acrilico nell’imprimitura non è lo stesso ??

  2. Ciao franco,
    – diciamo che una superificie liscia ottenuta con quella schifezza (hai fatto bene a definirla così visto il potere di sporcare che ha) difficilmente l’ho mai ottenuta con il gesso. Ad ogni modo quando passi il pennello la differenza si sente. Il primer x olio è sicuramente migliore … ma stenderlo non è semplicissimo.
    – si in entrambi i casi.
    – hai ragione, l’alternativa è aggiungere il colore all’imprimitura, però io non l’ho specificato per il semplice fatto che non ho mai provato e cerco di evitare di suggerire cose mai provate in prima persona.

  3. A proposito di preparazione della tela, ho visto alcuni artisti stranieri (Igor Saharoff) adoperare nei loro video un prodotto liquido passato con un pennello sulle tele prima della stesura del colore. Il pennello viene intinto in tale liquido che si presenta acquoso contenuto in una comune scodella. Vorrei conoscere la tecnica e di quale medium si tratta. Leggo tutti i tuoi consigli sono un novizio e voglio. Grazie

  4. complimenti per il tempo che dedichi alle arti visive, scrivendo articoli di sicuro interesse e con serieta.

  5. grazie

  6. monica rincon dice:

    comenti e consigli molto utili…

  7. Alicia T. dice:

    Non sono un’artista ma una guida turistica e mi interessa conoscere le tecniche artistiche per poi poterle spiegare ai turisti. Ti ringrazio per le informazioni. Trovo che siano molto utili, ma la scelta dei colori della pagina web rende molto difficile la lettura. Ho dovuto evidenziare il tutto per riuscire a leggere la pagina.

  8. Alicia T. dice:

    Ritiro il mio commento. Dopo aver inviato il mio commento ho visto il fondo bianco con il testo il nero. Forse un problema del mio computer. Scusa. Tutto perfetto. Grazie di nuovo.

  9. Gaetano dice:

    Ho ordinato il prodotto da te consigliato per l’imprimitura.
    In attesa che mi arrivi ho trovato questo: OLIO MAIMERI 200 ML 850 IMPRIMITURA AD OLIO
    Mi dicono che al momento può sostituire l’altro.
    E’ vero?
    Cordiali saluti

  10. Gaetano è passato molto tempo da quando scrissi quell’articolo. Fai così. Se hai una tela bianca prendi gesso acrilico normale e dai due mani. Dopo ogni mano quando asciuga prendi carta vetro per stucchi 800 o 1000 (deve essere fine) e passala sulla tela. Poi prendi un bicchiere di plastica trasparente grande (quello delle feste) mettici 2 dita di vinavil e poi riempi il bicchiere d’acqua. Gira con un bastoncino e passalo sulla tela.
    Il solo gesso è troppo assorbente con questa mano di colla lo impermeabilizzi ed eviti i prosciughi. Il colore si attacca perfettamente. Essendo molto diluiti penetrerà nelle fibre e non si staccherà più (non credere a chi scrive che la colla vinavil poi si stacca). Se usi preparati ad olio già pronti come quello di quest’articolo l’impermeabilizzazione non serve. Prima di ciò usavo la colla di coniglio ma dopo aver letto alcuni test di un laboratorio di restauso canadese mi sono convinto che le colle poliviniliche (es. vinavil) sono migliori (es. non puzzano, non attirano pelucchi). Inoltre, la vinavil è buona anche per fare le apprettature di tele grezze, ossia quella mano di colla che si mette sulla tela grezza prima di mettere l’imprimitura. Però poiché le soluzioni acide (Il vinavil classico è pH 3) rovinano le fibre è consigliabile usare per questo lavoro la vinavil 059 (ph7) che compri a 6 Euro in ferramenta.

    Ad oggi questo è il mio metodo per preparare le tele dopo numerosi test.

  11. Liliana Oliveti dice:

    Io uso le tele già preparate che si trovano in commercio a grana media.Non mi hanno mai dato problemi: Solo una volta ho adoperato una tela a grana fine di quelle con la battuta grossa , ma avendo fatto il fondo nero ho avuto dei prosciughi.

Parla alla tua mente

*