Come Disegnare gli occhi in un Ritratto

come-disegnare-occhi-ritratto

In quest’articolo analizzeremo in dettaglio il disegno dell’occhio umano. Avere queste conoscenze sarà di fondamentale importanza nella realizzazione di ritratti. I materiali necessari per questo tutorial sono: una matita, un carboncino, una gomma per cancellare e un foglio. Questa foto ci consente di avere un pò di terminologia sul tema dell’occhio umano.

come-disegnare-occhi-ritratto

come-disegnare-occhi-ritratto

Innanzittutto bisogna decidere quante sorgenti di luce ci sono e qual è la loro direzione. Nel nostro caso la fonte di luce è unica ed è diretta verso il basso con una direzione che va dall’alto a sinistra verso in basso a destra. Il bulbo dell’occhio, visto frontalmente appare come un cerchio.

come-disegnare-occhi-ritratto

Essendo il nostro bulbo una sfera illuminata da un’unica fonte di luce, valgono le considerazioni già fatte per il chiaroscuro. Si disegni, quindi, l’ombra nella parte del bulbo opposta alla fonte di luce.

come-disegnare-occhi-ritratto

Concentrica al cerchio che delimita il bulbo c’è l’iride dell’occhio, rappresentata anch’essa come un cerchio.

come-disegnare-occhi-ritratto

Interno all’iride, c’è la pupilla che è la parte dell’occhio che riceve i raggi luminosi. Da un punto di vista tonale, generalmente, la pupilla è l’area più scura dell’occhio. La luce, colpendo l’iride, genera un punto luminoso che, da un punto di vista tonale, è l’area più chiara dell’occhio.

come-disegnare-occhi-ritratto

Si calchi un pò sui contorni dell’iride e si tracciano linee che dai bordi dell’iride convergono verso il centro dell’occhio. Queste linee devono essere molto fitte e devono essere disegnati come se fossero raggi di un cerchio. Non disegnare sul punto luminoso che deve rimanere bianco. Si osservi come in basso a destra dell’iride queste linee sono poco visibili, tanto che l’iride in quella zona sembra più chiara. Questo accade perchè a causa della concavità dell’iride, il raggio luminoso entra dal punto luminoso citato prima, attraversa l’iride, ed esce dalla parte opposta che mostrerà un leggero riflesso chiaro.

come-disegnare-occhi-ritratto

come-disegnare-occhi-ritratto

Di tutto il bulbo sarà visibile solo la parte che si vede attraverso la palpebra inferiore e superiore. Si osservi bene la forma delle due palpebre, quella inferiore e superiore. Nella seconda figura la linea rossa congiunge i due punti più ampi delle due palpebre. E’ importante che questa linea sia obliqua. Purtroppo, a volte mi capita di vedere occhi talmente simmetrici che sembrano mandorle, come in questa figura:

come-disegnare-occhi-ritratto

altro errore che vedo spesso è che viene omesso la caruncola lacrimale evidenziato con la freccia verde. Altro aspetto da osservare è che la parte superiore dell’iride, a meno che l’occhio non sia spalancato, viene parzialmente coperto dalla palpebra superiore.

come-disegnare-occhi-ritratto

La parte coperta del bulbo oculare si vede rivestita dalla pelle della palpebra inferiore e superiore.

come-disegnare-occhi-ritratto

Poiché la luce proviene dall’alto a sinistra, tra l’occhio e il naso si creerà una zona d’ombra molto marcata. Si osservi, inoltre, lo spazio che intercorre tra il sopracciglio e la palpebra inferiore. Per motivi didattici qui ho illustrato una palpebra superiore molto alta, nella realtà, a causa della cadenza della carne questa può essere anche più stretta. Idem per la zona che va dal sopracciglio alla palpebra. Altro errore che vedo spesso è quello di vedere disegnato le ciglia come riportato di seguito.

come-disegnare-occhi-ritratto

Anche se nei ritratti di donne viste di tre quarti o lateralmente ciò è possibile, nella vista frontale non sempre è corretto. Le ciglia vengono in avanti, per cui in una vista frontale è bene rappresentarli calcando un po’ di più le linee delle palpebre. Idem (anche se con linea meno marcata) vale per le ciglie inferiori.

come-disegnare-occhi-ritratto

come-disegnare-occhi-ritratto

Infine, ultima cosa da aggiungere è l’ombra che la palpebra superiore genera sulla sclera. Fatto ciò il lavoro è finito.

Buon Divertimento!!!


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. antonia aillardi dice:

    grazie ,e non smetterò mai di ripeterlo,sono rimasta senza parole,in questo articolo hai spiegato cosi chiaramente il disegno dell’ochio,sei super.Non lo avevo mai disegnato io (sbagliando),in questo.Grazie infinite ciao alla prossima

Parla alla tua mente

*