Come disegnare le montagne in un paesaggio: volume

come-disegnare-montagna-paesaggio-volume-16

Nell’articolo Come disegnare le montagne in un paesaggio: forma e composizione, abbiamo parlato della forma delle montagne (o silhouette), in quest’articolo analizzeremo gli aspetti che ci aiuteranno a conferire un volume alle nostre montagne. Per fare ciò riconsideriamo il picco di montagna menzionato nell’articolo precedente.


come-disegnare-montagna-paesaggio-volume-1

come-disegnare-montagna-paesaggio-volume-2

Come abbiamo visto nell’articolo Come un artista deve usare il chiaroscuro per simulare la percezione del volume, qualsiasi oggetto in natura può essere ricondotto ad un oggetto geometrico con vari piani facciali, ciascuno dei quali assume un tono in base alla legge di Lambert. Una montagna come quella disegnata sopra può essere ricondotta ad una piramide a base triangolare con solo due lati visibili: uno in luce e l’altro in ombra, così che i due lati avranno un tono diverso. Un elemento naturale, però, non sarà mai così geometricamente regolare, per cui qualche leggera variazione e l’aggiunta di qualche piano facciale in più aiuterà a conferire maggiore realismo.

Partendo così di nuovo dalla nostra forma di base per la montagna aggiungiamo due punti D e E interni che uniremo a C e B per formare il piano facciale 1. Uniamo poi D con il bordo inferiore in F ottenendo così il secondo piano facciale 2.

come-disegnare-montagna-paesaggio-volume-3

Continuando questo procedimento potremo definire quanti piani facciali desideriamo. Nella seguente figura, ad esempio, abbiamo continuato la nostra costruzione fino ad arrivare a sei piani facciali.

come-disegnare-montagna-paesaggio-volume-4

Supponendo che la luce provenga da sinistra i piani 3, 4 e 6 saranno quelli maggiormente illuminati, seguiti subito da 1, infine, da 2 e 5. Osserviamo come le linee della montagna sono ancora troppo geometriche e possiamo migliorarle rendendole un pò più irregolari.

come-disegnare-montagna-paesaggio-volume-5

Applichiamo ora gli stessi principi per realizzare una catena di montagne composta da diversi picchi.

come-disegnare-montagna-paesaggio-volume-16

Come prima cosa ho definito la silhouette con le regole di composizione viste nel precedente articolo e una matita 5H. Poi ho ombreggiato con le matite 2H, HB, 1B e 2B. Il cielo è 2H sopra e 5H sotto. La prima montagna nella zona in luce il foglio è stato lasciato in bianco e con la 5H prima e 2H poi ho ombreggiato la zona a sinistra. Man mano con le matite più scure ho definito le ombre più scure. La seconda montagna è stata realizzata con lo stesso principio solo che ho ridotto leggermente il contrasto colorando la parte in luce con la matita più sottile, ossia la 5H. I corpi bianchi quando recedono scuriscono anzichè schiarirsi. Infine, la terza montagna in luce è stata colorata con matita 2H e in ombra con HB. Considerate poi che la pressione della matita ha il suo effetto nel chiaroscuro. E’ possibile utilizzare anche meno matite per un sercizio di questo tipo ma io ho provato così. Qualche aggiunta di crepe nella montagna da sempre un tocco di realismo in più.

Hai letto gli altri articoli della serie? segui i seguenti links:

Come disegnare le montagne in un paesaggio: forma e composizione

Come disegnare le montagne in un paesaggio: prospettiva


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. roberto dice:

    sintetico ed esaustivo. Complimenti, molto utile.

Parla alla tua mente

*