L’armonia dei colori. Come dipingere un quadro con colori in armonia tra loro.

Armonia Colori

Innanzitutto precisiamo che esistono due modalità di mistione dei colori: sintesi additiva (usata nei computer dove i colori primari sono Rosso, Verde e Blu) e quella sottrattiva (usata dagli artisti dove i colori primari sono Giallo, Rosso e Blu). Senza approfondire questi due temi, diciamo solo che gli artisti sono, generalmente, interessati alla sintesi sottrattiva. In tale modalità,  la disposizione dei vari colori sulla ruota cromatica è pressapoco la seguente.

armonia colori

Consideriamo il seguente dipinto di Gaugain.

armonia colori

Analizzandolo opportunamente al computer, risulta l’utilizzo dei seguenti colori.

armonia colori

Questa mappa dei colori, ovviamente, non coglie tutte le possibili variazioni, comunque ci da l’idea della zona colorimetrica utilizzata. Da questa zona si possono evidenziare i colori più o meno utilizzati. Generalmente ci sono i colori più saturi (quelli più esterni nella ruota) e quelli meno saturi (più vicini al centro e più difficili da identificare). Tra i pigmenti saturi abbiamo: un rosso (vermiglione), un giallo (cadmio o cromo), un blu che tende al rosso (blu ultramarino o blu cobalto e un violetto cobalto), un verde (smeraldo).  Tra quelli poco saturi, invece, abbiamo: giallo ocra, terra di siena bruciata e terra d’ombra bruciata. A questi si aggiungono, ovviamente il nero (avorio) e il bianco. Questa è la disposizione dei pigmenti della tavolozza sulla ruota.

armonia colori

Ma come è arrivato Gaugain a scegliere questo insieme di pigmenti?

Sicuramente il pittore aveva in mente il soggetto da dipingere e ha pensato ad uno schema armonico (tra quelli esistenti) che si adattasse al soggetto. In base a quest’ultimo ha scelto un colore chiave e via via gli altri colori necessari. Analizziamo ora, uno per uno, i vari schemi armonici che è possibile realizzare.

Schema armonico monocromatico

Questo è lo schema più semplice. Si sceglie il colore chiave del dipinto. I colori utilizzabili sono tutti quelli lungo il raggio che parte dal colore chiave fino al centro della ruota, più il bianco e il nero.

armonia colori

Schema armonico analogo

  1. Si sceglie il colore chiave del dipinto ai margini della ruota cromatica.
  2. Si scelgono due colori adiacenti nella ruota cromatica.

I colori utilizzabili sono tutti e soli quelli nella fetta di torta delineata dai raggi che congiungono i due colori con il centro della ruota. A questi colori si aggiunge anche il bianco e nero.

armonia colori

Schema armonico complementare

  1. Si sceglie il colore chiave del dipinto ai margini della ruota cromatica.
  2. Si prende il colore che si trova nella posizione opposta sulla ruota cromatica.

I colori utilizzabili sono tutti e soli quelli lungo la linea che congiunge i due colori. A questi colori si aggiunge anche il bianco e nero.

armonia colori

Schema armonico split complementary

  1. Si sceglie il colore chiave del dipinto ai margini della ruota cromatica.
  2. Si prende il colore che si trova nella posizione opposta sulla ruota cromatica.
  3. Scegliere due colori a fianco del colore chiave (come lo schema analogo).

I colori utilizzabili sono tutti e soli quelli compresi tra i due colori scelti al punto 3 e quello scelto al punto 2, più il bianco e nero.

armonia colori

Schema armonico tetriadico

  1. Si prendono 3 colori qualsiasi che siano equidistanti sulla ruota cromatica

I colori utilizzabili sono tutti e soli quelli all’interno del triangolo i cui vertici sono i 3 colori equidistanti, più il bianco e nero.

armonia colori

Schema armonico tetraedico

  1. Si sceglie il colore chiave del dipinto ai margini della ruota cromatica.
  2. Si prende il suo complementare.
  3. Scegliere una colore a fianco del colore chiave.
  4. Si prende il complementare del colore scelto al punto 3.

I colori utilizzabili sono tutti e soli quelli compresi tra tra i 4 colori più il bianco e nero.

armonia colori

Fonte: http://www.handprint.com


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. Mi piacerebbe ricevere le newsletters di cui parli.
    Molto interessante il tuo blog!
    Ciao e grazie. Bruno

  2. Scusa Salvatore se non ti ho risposto prima ma proprio circa l’argomento di questo post vorrei una tua opinione, quando hai un po’ di tempo vieni sul mio blog, mi farebbe molto piacere sapere che ne pensi…
    Ti auguro una splendida serata…

  3. Molto interessante il blog!
    ma che programmi si usano per analizzare i colori dei dipinti al pc???
    Salutoni…

  4. Bruno: basta che metti l’indirizzo email in alto a sinistra.

    Cinzia: ora sono al lavoro. In serata o domani sera verrò fare un giro.

    Ale: con sintesi additiva tutti quelli che manipolano immagini (Photoshop ad esempio). Il problema che la sintesi additiva è quella usata dalla mistione ottica dei colori (vedi computer), quella sottrativa, invece, è quella che ci riguarda di più.

    Quindi il discorso di questo post ha il suo grado di approssimazione, l’obiettivo era far comprendere che anche in pittura l’armonia segue uno schema logico preciso.

    In genere, quando si dipinge, il discorso è più facile. Ad esempio, supponi di voler dipingere un paesaggio. E’ chiaro che non userai uno schema analogo o monocromatico. Andrebbe bene un triadico (un complementare forse e troppo riduttivo). A quel punto scegli i pigmenti che stanno in quell’area fissata da te e qualsiasi mistione ti darà un raporto armonioso.

    Cmq, ne parleremo meglio in seguito.

    Inoltre, software di sintesi sottrattiva ce ne sono diversi che spero di recensire su questo blog (perchè parlerò anche di arte digitale).

  5. sono una pittrice restauratrice di quadri.Il tuo sito è molto interessante.Vorrei partecipare con degli interventi dato che studio molto le materie pittoriche e gli scritti dei grandi artisti.Se sei interessato fammi sapere come contattarti.ciao

  6. Ciao,
    in qualche post passato ho sempre incoraggiato altri utenti alla collaborazione. Se hai qualche articolo interessante, link da suggerire manda pure una mail a koala.gnu AT tiscali.it.
    Sostituisci AT con @.

  7. enrico viscardi dice:

    INTERESSANTISSIMO !!! qualche difficoltà nella comprensione del testo, che potrebbe essere superata con qualche esempio. nella pittura di soggetti storici o commissionati, dove alcuni colori sono prescritti e altri liberi, è importante saper armonizzare l’insieme rispettando i vincoli,e le competenze devono essere sicure. Questa è l’informazione più completa che ho trovato finora sull’argomento. GRAZIE

  8. Trovo i tuoi consigli molto interessanti. Ti ringrazio per la disponibilita’ e la cortesia che hai nell’inviarmi questi preziosi consigli, non e’ da tutti divulgare cosi’ facilmente la propria professionalita’, ti reputo una persona disponibile e di animo nobile. Sono sempre in attesa di nuovi e utili consigli un saluto e grazie di cuore Lina.

  9. Marcello Maggiore dice:

    Ritengo assolutamente prezioso ogni suggerimento, ogni argomento presentato in maniera così completa. Viene voglia di mollare tutto e vivere soltanto per dipingere, soprattutto se si trova tanta generosità da parte di chi decide di condividere la propria preparazione.
    Ringrazio sentitamente e per certo farò tesoro di ogni consiglio.

  10. sasadangelo dice:

    Volere è potere diceva qualcuno.
    A presto.

  11. troia giuseppe dice:

    Gentilissimo signor D`angelo,è da poco che profitto del suo blog e penso con rammarico che se la tecnologia fosse stata così avanzata ai miei tempi, intendo”internet” e avessi trovato una persona come lei capace di divulgare il proprio sapere, forse mi sarei dato corpo ed anima alla pittura.Oggi non è più il caso!!! in quanto son vecchio! la mano trema! e la vista comincia a far difetto: Comunque tengo a precisare che il suo blog è interessantissimo sia per mè che per tutti coloro che amano la pittura ; stò dunque creando un raccoglitore che dovrò tradurre in francese per una mia piccola nipotina che dimostra di essere molto interessata al disegno ed alla pittura.La saluto e ringrazio sinceramente . Giuseppe T.

Parla alla tua mente

*