Antonino Cammarata

s880fta

Oggi volevo segnalarvi il sito del maestro Antonino Cammarata. Dalla sua biografia si legge:

Antonino Cammarata, pittore professionista, è nato il 6 Agosto 1962 ad Augusta, dove vive e dipinge. Dal 1985 ha iniziato a dipingere paesaggi e dal 1990 si è dedicato in particolare allo studio del paesaggio siciliano. Nel 1993 fonda il circolo culturale Officina d’Arte. Partecipa a numerosi concorsi, vincendone diversi primi premi. Ha esposto e espone in molte città italiane. Cammarata esercita la pittura d’assoluto professionista, conosciuto ed apprezzato in tutta Italia. Le sue opere fanno parte di collezioni sia pubbliche che private. É stato recensito su numerosi cataloghi d’Arte, quali Mondadori, Elite, Top art,  L’Altra cultura, Archivio delle arti, Il Quadrato, L’altro modo di volare, Boè, Euro Arte, I Siracusani, La Sicilia, Il Giornale di Sicilia, Libertà. L’aretuseo, Gazzetta del Sud. Il 30 Dicembre 1999, un articolo del pittore Cammarata viene pubblicato sul settimanale americano Italian tribune. L’artista è presente anche con il suo articolo sul mensile Arte Mondadori. Dal 2002 Cammarata espone in Germania alla Galleria LSB di Offenbach e negli USA alla Galleria Artitaly di New York. Nel 2003 e 2004 Cammarata viene proposto dalla galleria Artitaly alla 25ª e 26ª edizione di ArtExpò di New York. Nel 2004 la RAI TGR NEA POLIS trasmette un servizio sul sito di Cammarata. Nel 2006 la radio nazionale “Radio Cuore” trasmette un servizio su Cammarata nel programma condotto da Walter Santillo “Due nel pallone”.

Dal sito potete guardare le sue opere. La cosa straordinaria, però, è la visualizzazione del suo studio attraverso due webcam. Esse mostrano il maestro al lavoro ogni giorno dalle 07,30 alle 19,30 e si aggiornano ogni 7 secondi. Ho inviato una mail al Sig. Cammarata per chiedergli la disponibilità di condividere alcuni dettagli sulla sua tecnica con tutti noi, spero di pubblicare qualche utile articolo nei prossimi giorni.

Il maestro, inoltre, mi ha anticipato che fra una decina di giorni installerà una webcam che si aggiornerà con una frequenza di 100 fotogrammi al minuto, praticamente in streaming. L’idea è quella di mostrare ai suoi visitatori, 3 volte a settimana, come si procede nella realizzazione di un dipinto.

Non appena ci saranno aggiornamenti vi terrò informato. Nel frattempo ne approfitto per porgere un cordiale saluto al Maestro.


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Articoli Correlati

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. alessandro dice:

    Bella Salvatore!!!!

    VAI VAI…stiamo tutti aspettando news!!!!

  2. Grazie per i preziosi consigli!!!:) Sn un giovane appassionato di pittura ad olio.Dopo aver utilizzato per un pò di tempo l’acrilico.Se puoi continua a fornire tutte le informazioni possibili per migliorare e apprendere nuovi segreti nella tecnica.Davvero molte grazie:) a presto Andrea

  3. Grazie andrea … è ovvio che continuerò. Di tanto in tanto posso essere meno regolare nei post … purtroppo a volte il lavoro mi lascia pochissimo tempo … cmq non esiterò ad aggiornare questo blog in continuazione.

  4. Salvatore scusami se ti disturbo ma visto la tua disponibilità volevo sapere se i colori ad olio che ho scelto per la mia tavolozza vanno bene o devo aggingerne qualcun’altro. Alcuni li ho presi secondo il consiglio del sito Disegniamo che sicuramente conosci ed altri li ho aggiunti io a mio piacere.Sono: bianco titanio e bianco zinco( per disegnare le nuvole nel cielo, l’ho letto in un libro che ho comprato),giallo primario e giallo ocra, arancio cadmio, rosso cadmio scuro, rosso magenta, terra di siena naturale e bruciata, verde veronese, terra verde, blu cobalto, blu oltremare e blu cyan, ed in ultimo nero d’avorio. Come diluente uso l’olio di lino e er pulire i pennelli acqua ragia.Fammi sapere ma con calma senza premura.ti saluto e grazie a presto

  5. Ciao Andrea,

    per inizare acquisterei due colori per ogni colore primario e secondario: uno caldo e uno freddo.

    giallo cadmio chiaro
    giallo indiano
    rossa cadmio chiaro (offre caratteristiche migliori rispetto a quello scuro)
    rosso magenta
    crimisi d’alzarina
    violetto manganese o cobalto o blu d’oltremare
    blu phtalo
    blu conalto o cyan
    verde vescica (al posto di terra verde)
    verde phtalo
    arancio cadmio (un solo arancio va bene)
    bianco titanio
    nero avorio

    poi i colori di terra:
    giallo ocra, terra di siena bruciata e normale, terra d’ombra bruciata e naturale

    Per ogni dipinto/esercizio cerca di usare meno colori possibili.

    Riguardati tutto quello che ho scritto nella categoria teoria dei Colori.

    Attenzione!!!
    crimisi d’alzarina consideralo un viola, così come anche il blu d’oltremare. Huuummm lo so cosa stai pensando ….

    Infine … se segui dei tutorial le prime volte segui i consigli … con il tempo, però cerca di capire perchè ti consigliano certe cose e soprattutto se ha senso.

    Ultima cosa. Sei sicuro che le nuvole (diciamo la parte chiara) sono bianche? Prendi un foglio di carta e confronta i due colori … ti sembra ancora bianco?

  6. Grazie Salvatore per i consigli.Cmq li avevo già comprati…Mi sn espresso male.Li integrerò con quelli che mi hai consigliato.Devo comprare lo stesso crimisi d’alzarina avendo il blu oltremare chiaro? Fammi sapere appena puoi.
    Ps1. Riguardo al bianco di zinco non lo uso perchè considero le nuvole bianche ma perchè mi piace l’effetto che sembra più sfumato e meno coprente.Da un bell’effetto vaporoso.
    Ps2.Acquisterò il rosso cadmio chiaro, il blu phtalo, verde vescica e verde phtalo, terrA D’OMBRA normale e bruciata.
    Ps3. pensavo che terre di siena naturale e bruciata fosse la stessa cosa di terra d’ombra….:) a presto

  7. ok, le terre elencate sopra sono diverse tra loro.

    come puoi leggere qui
    http://www.disegnoepittura.it/colore/
    il colore è una grandezza tridimensionale e le dimensioni sono: hue o valore, tono e croma (o saturazione).

    in questo post,
    http://www.disegnoepittura.it/classificazione-pigmenti/
    ho assegnato a ciascun pigmento un valore, tono e croma.

    I valori possibili per ciascun parametro sono.
    CHROMA: brillante, medio, neutra
    HUE: i 6 colori primari più le tinte intermedie
    TONO: chiaro, medio, scuro

    Terra d’ombra bruciata = valore:giallo – tono: scuro – saturazione: neutra
    Terra d’ombra naturale = valore:giallo/verde – tono: scuro – saturazione: neutra

    Terra di Siena Bruciata = valore: arancio – tono: scuro – saturazione: neutra
    Terra di Siena = valore: giallo/arancio – tono: chiaro – saturazione: brillante –

    da questo capisci la diversità delle tinte.

    Ovviamente io ho ammesso 3 valori solo per saturazione e tono. In natura ce ne sono molto di più. Ma per ora penso può bastare a chiarire il concetto.

    I primi esperimenti che fai usa solo 5 colori: giallo (ocra, cadmio o terra siena), blu (phtalo, cobalto o oltremare), rosso (cadmio, magenta) + bianco e nero.

    Primo o poi pubblciherò qualche studio con l’uso di questi 5 colori, non puoi immaginare quante cose si possono fare …

    Ricordati poi le regole viste in questi post:
    http://www.disegnoepittura.it/teoriacolori/

    C’è ancora molto da dire … piano piano aggiungeremo ulteriori informazioni che spero siano utili.

  8. scusa non avevo risposto alla tua domanda … si è bene avere anche crimisi

  9. Ho domenticato una cosa…Ho visto nelòla lista dei complementari anche il rosso veneziano…mi consigli di prendere anche quello?o al momento posso farne a meno?Avendo rosso cadmio scuro e magenta e prossimamente anche rosso cadmio chiaro…Appena puoi ti prego di aggiungere gli altri complemnetari…ciao ciao 🙂

  10. Grazie!!!:) Seguirò i tuoi consigli.Ho deciso di aggiungere tutti i colori che mi mancano. Se puoi dovresti farmi un altro favore…nell’elenco dei complementari manca la terra d’ombra naturale…fammi sapere qual’è il complementare in modo da regolarmi con le ombre e luci quando devo dipingere. Ho già letto tutti i tuoi blog anzi ho preso appunti su un quadernone e ho deciso di stamparli e rilegarli in una quadernone ad anelli…Un ultima cosa ho finito ieri il mio primo dipinto ad olio.Vorrei un tuo parere sincero.Appena posso lo metto su internet cosi lo vedi…a presto e ancora grazie:-)

  11. se prendo crimisi d’alzarina devo prendere anche il violetto manganese?

  12. Ciao,

    andiamo per ordine, aggiungerò anche qualche nota in più che spero possa tornarti utile.

    1. innanzittutto dai un’occhiata a questo sito
    http://www.realcolorwheel.com/colorwheel.htm
    ma ricordati che il colore è tridimensionale e la sola ruota cromatica non basta a rappresentarlo.

    2. i modelli di colori usati dagli artisti (munsell, complementare, ecc.) sono soggettivi e funzionano in base alla percezione dell’artista. Questo è il motivo per cui due artisti possono classificare i colori in modo leggermente diverso.

    3. la classificazione dei colori e le chart di colori possono essere una rottura di scatole. Crere però nella propria mente questi schemi logici consente di acquistare padronanza con i colori e scrollarsi di dosso quella paura che si prova ogni volta che si mischia una tinta. Anche io ho molte cose da imparare e quella paura ce l’ho sempre.

    3. due colori si dicono complementari se sono opposti e hanno lo stesso tono (o altezza nello spazio tridimensionale), questo lo trovi raramente scritto nei siti.

    3. la terra d’ombra naturale e scura e poco satura come la terra d’ombra bruciata, ma è spostata leggermente verso il verde (appena appena). Prova a schiarire il colore con il bianco e osserva cosa accade. Il complementare può essere un blu d’oltremare. I toni sono quasi simili quindi la mistione dovrebbe funzionare.

    4. Nel sito descritto sopra noterai che il giallo di cadmio è opposto al blu oltremare (questi è un blu viola). La loro mistione, però, non da un colore neutro (come richiederebbe la mistione x complementari). Purtroppo non è una scienza esatta. Il sito in questione consiglia di scurire il giallo con la terra d’ombra bruciata, idem per il blu.

    Il mio post, invece, fa riferimento ad alcune lezioni di Helen van Wyk, che ho sperimentato e mi sembra buono.

    Il modo migliore per decidere qual’è la propria strada giusta è quello di sperimentare.

    Cmq, io prima ti ho elencato questo colore, ma se non l’hai ancora acquistato puoi farne a meno. Più importante, invece, è la terra d’ombra bruciata. Molto utile nella tecnica grasso su magro per dipingere i primi strati di pittura.

    5. Per il tuo lavoro, sarei felice di pubblicarlo su questo blog nella sezione dei lavori dei lettori. Se mi mandi anche una mail (koala.gnu AT tiscali.it) sulla tecnica che hai usato potrebbe essere utile per tutti noi (giusto 4 parole su tutti gli aspetti che hai tenuto presente durante il lavoro, cosa hai imparato e quali sono, secondo te, le cose migliorabili).

    6. Per il quadernone, spero finito 1 anno di blog di raccogliere i post in un PDF ben organizzato che tutti noi possiamo stampare.

    7. In realtà io lo uso in sostituzione del rosso indiano, cioè un rosso mediamente saturo e mediamente chiaro. Non è fondamentale. Ometti anche il viola manganese.

    8. All’inizio usa pochi colori. E nella mistione usa meno colori possibili.

    9. Condividi con noi eventuali cose che scoprirai. Tutti abbiamo bisogno di imparare, io prima di tutti.

    Ciao,
    aspetto notizie x il tuo lavoro!!!

  13. Grazie!!!:) Di tutto! Riguardo al lavoro fatto è un olio su tela(35×45).Cmq poi ti dirò meglio tutto nella e-mail. Per il sito che mi hai dato sembra molto utile ma purtroppo non capisco molto l’inglese…vedrò di aiutarmi con un traduttore…anzi se riesco a tradurlo tutto te lo do cosi puoi metterlo su blog. Tranquillo condividerò i miei lavori con tutti voi…In maniera d’aiutarci a vicenda.Intanto voglio condividere un mio pensiero riguardo alla pittura.Mi piace dipingere, mi rilassa e mi rende tranquillo e senza pensieri.Mi piace mescolare i colori (…anche se anch’io ho paura riguardo alle tinte e magari se sbaglio poi cmq riesco…almeno credo a rimediare) Per me i colori ad olio sono i migliori.Hai sempre il tempo di rimediare rispetto agli acrilici in particolare che ero abituato ad usare…Magari ti mando anche i miei primi lavori…:)Niente di eccezionale…Cosi per farteli vedere…Rivedendoli ho visto diversi errori da solo ma sconoscevo completamente la teoria e mi sono azzardato ugualmente…:) Scusa se sono prolisso ma mi piace molto condividere con te e altri la stessa passione…La PITTURA!!! A presto

  14. Grazie di tutto! Ti avevo risposto ma non so perchè il mio commento non è apparso… Riguardo al mio lavoro è un olio su tela(35×45).Considerando che è il mio primo lavoro ad olio penso sia venuto carino…Cmq c’è tanto da migliorare e da lavorare. Volevo condividere con voi un pensiero riguardo alla pittura. Mi rilassa. Mi piace molto mescolare i colori(…anche se anch’io ho la tua stessa paura ma azzardo lo stesso altrimenti non imparerrò mai).La tecnica che preferisco è quella con i colori ad olio…Visto che è molto lenta ad asciugare e che mi permette di risolvere…almeno ci provo eventuali errori. Sono contento di condividere con tanta gente la mia stessa passione….LA PITTURA!!!:) A presto
    ps. Ti mando per e-mail i dettagli sul mio lavoro…ciao ciao

  15. ieri sera quando rispondevo al tuo commento ho avuto gli stessi problemi. I commenti non appaiono subito. Inoltre blogspirit org ha aggiunto delle feature antispamming.

    I tuoi commenti sulla pittura sono condivisibili. Anche io amo la pittura a olio per la lentezza con cui asciuga. E’ più ideneo al mio modo di essere. Ci sono, però, dei contro. Cioè devi avere un posto ad hoc dove lavorare. I diluenti sono sono proprio inodori come vengono pubblicizzati …

    Aspetto notizie via email. Nel frattempo sto preparando un pò di post … tra cui diversi sulla teoria del colore.

  16. Salvatore ho un problema….Ho comprato i colori ad olio che mi avevi consigliato aggiungendoli a quelli che già avevo…Ma non ho trovato Cremisi d’Alizarina…. Non risulta nè nella linea Classico di Maimeri nè in Van Dick….Come è possibile? Sono stato in 2 diversi negozi di Belle Arti….Ho preso un qualcosa che si avvicina a quel nome…CARMINIO D’ALIZARINA….E’ la stessa cosa? fammi sapere… Grazie 🙂

  17. Scusa Andrea hai ragione. A volte mi confondo con l’inglese … alla fine non so parlare ne l’una ne l’altra lingua (italiano intendo).

    In inglese si dice Alizarin Crimson, e il colore che hai comprato va bene!!!

    Scusami ancora!!!

  18. Ffiiiuuuuuu!!!:) Meno male…Figurati nessun problema…tra un pò mi organizzo per mandarti il mio lavoro per email…anzi puoi ridarmelo?

  19. l\’email intendo….;)

  20. Fatto!!!Dovresti aver ricevuto la mia email…A presto ciao ciao:)

  21. Ciao Andrea,

    non ho ricevuto nulla. La mia email è koala.gnu AT tiscali.it.

    Ovviamente è tutto attaccato e al posto di AT devi mettere le chiocciolina. L’ho scritta così per evitare che software di spamming la rilevino.

  22. Provo a rimandarla….:)

  23. salvatore stessa cosa mi dice che non puoi ricevere email…forse hai il mailbox pieno? Riprovo tra un pò ciao

  24. ciao,

    no la mail box è ok.

    allego di nuovo koala.gnu AT tiscali.it

  25. spedita

  26. Ciao Andrea,

    email ricevuta, ho replicato con le mie osservazioni. Spero possano esserti utili.

    Ciao

  27. Grazie Salvatore….Ho visto la tua email….Grazie per le dritte…La strada è ancora lunga:) ma non importa…piano piano imparerò tante cose…. A presto Andrea

  28. giuseppe dice:

    Ciao Salvatore complimenti per il tuo blog d\’avvero molto bello e soprattutto intuitivo, sto imparando molte cose sai mi sto avvicinando anch\’io alla pittura mi attira molto. Leggevo i vari commenti e ti volevo chiedere avendo colori ad olio che mi ha regalato mia zia (lei dipingeva molto bene ora ha smesso e purtroppo e lontana da me) se c\’è molta differenza con quelli acrilici sai il problema della casa non avendo un posto idoneo come appunto dicevi non sono inodore e danno fastidioa al resto della famiglia. Ringrazio saluti Giuseppe

  29. Ciao giuseppe,

    ci sono diverse differenze tra olio e acrilico.

    – differenze olfattive
    – di consistenza dei pigmenti
    – di tempi di asciugatura (per il mio modo di dipingere i tempi lunghi dell’olio sono più adatti, ma questo varia da persona a persona)
    – stabilità del colore. l’acrilico tende a scurire quando asciuga
    – maggiori possibilità dell’olio per la velatura

    ed altro

    Cmq, come avrai modo di vedere su questo blog, con l’acrilico, acquarello, matite colorate, ma anche la semplice matita si possono fare lavori di grandissima qualità.

    Quindi inizia a sperimentare gli acrilici e facci sapere come va.

  30. ciao , hai avuto una buona idea a dipingere in diretta , vorrei farlo anche io .arrivederci buon lavoro

  31. L’arte contemporanea deve comunque in ogni caso rispecchiare lo stato
    Sociale Cultura Politico del momento in cui viviamo,solo essendo preparati
    per comprendere tutto cio potete valutare se un’artista e sottolineo artista
    non pittore e dentro la contemporaneità della vita,ora vi chiedo di analizzare
    le opere che avete visto sino ad ora,sapreste dirmi se sono artisti ho pittori?
    Contini famoso gallerista dice l’arte non si puo insegnare si puo solo insegnare la storia dell’arte,e ancora l’arte non è per tutti.

  32. sasadangelo dice:

    stefano mi sembra di intuire dal suo commento che lei preferisce definirli pittori anzichè artisti. Probabilmente è come dice lei. Sicuramente l’arte non si può insegnare ma dipingere credo di si. Ad ogni modo credo che in tal contesto si applica meglio l’affermazione di Leonardo che di Contini, il quale affermava:

    “Alcuni si può chiaramente dire che s’ingannano, i quali chiamano buon maestro quel pittore il quale solamente fa bene una testa o una figura. Certo non è gran fatto che, studiando una sola cosa tutto il tempo della sua vita, non ne venga a qualche perfezione;”

    ad ogni modo io credo che l’artista o pittore in questione è degno di menzione per l’uso che fa di Internet nella sua professione. Sono sicuro che Internet (inteso come condivisione della conoscenza) non influenzerà solo l’arte ma anche il nostro modo di vivere, come già oggi fa.

Parla alla tua mente

*