Ancora sulla mistione dei colori …

Ancora sulla mistione dei colori ...
Osservate l’immagine sotto, è lo schema di una roccia in mare. Di questa roccia distinguiamo alcune zone:

  1. zona colore locale: cioè la zona che assume il vero colore della roccia (supponiamo terra d’ombra bruciata).
  2. zona d’ombra: cioè quella non colpita dalla luce; il colore come sappiamo può essere ottenuto mischiando colore locale + complementare (terra d’ombra bruciata + blu oltremare).
  3. zona illuminata: cioè la zona colpita dai raggi solari; il colore si ottiene mischiano il colore locale + colore del sole (diciamo terra d’ombra bruciata + giallo ocra).
  4. zona luce riflessa: i raggi solari oltre a sbattere sulla roccia sbattono su quella retrostante e, se essa è bagnata (come capita spesso in una marina), la luce viene riflessa; il colore dei raggi solari si mischia con quello della roccia grande che sta dietro e si sommerà al colore locale. Quindi colore zone luce riflessa=colore locale roccia grande + colore raggi sole + colore locale roccia. Se non ci sono altri oggetti dietro la roccia e questa è bagnata, è facile che rifletti la luce dell’atmosfera.
  5. zona superiore: una roccia bagnata a riva spesso viene bagnata dalle onde che su di essa si infrangono. La zona superiore, quindi, riflette parte del colore dell’atmosfera.

atmosfera


Ti è piaciuto l'articolo?







   Stampalo    Stampalo

Iscriviti alla Newsletter

Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi
Iscriviti alla Newsletter riceverai gratis l'ebook Dipingere con la tecnica dei Fiamminghi


Commenti

  1. Molto interessanti tutti gli articoli Salvatore!!!
    Interessante anche il modo con cui studi il modo di realizzare un quadro!!!!
    Non per fartene una colpa: ma quando non scrivi qualche post mi mancano molto!!!
    Salutoni!!!

  2. Ah Salvatore dimenticavo una cosa: quand’è che potremo vedere i tuoi lavori???
    Dai su vogliamo vederli!!!
    Ciao ancora!

  3. Innanzittutto non aspettatevi capolavori, altrimenti avrei aperto un atelier anzichè fare l’informatico (sarebbe stato più divertente).

    In genere faccio studi non quadri. Un esempio di studio è la marina di qualche post fa … eseguita molto tempo fa (quando iniziai a studiare la tecnica di robinson e altri pittori americani) e misura solo 10×12.

    Qualche quadro lo faccio di tanto in tanto … ma spesso qualcuno se lo prende (zii, parenti vari).

    Attualmente ho una natura morta che sta venendo molto bene, qualche studio di ortaggi, …

    Poi ho qualche quadro alla Bob Ross (che non so se può interessarvi).

    Invece, di interessante è la marina che sto realizzando … andrò in ferie e la finirò.

    Perchè è interessante? Perchè sto sperimentando una cosa particolare. Una marina al tramonto mi consente di utilizzare il colore atmosfera=colore dei raggi solari. Questo colore è realizzato in tinta calda (che è un’anomalia per i colori atmosferici di lontananza) usando la terra di siena bruciata … e l’effetto è molto interessante.

    Ho finito lo schizzo colorato e mi ha convinto … ho già studiato il quadro nei minimi dettagli … devo solo eseguirlo.

    Per questa ragione prima di presentarvi il risultato devo mostrarvi dei post di preparazione …

    Pensa te se poi non mi viene bene … che figura di cacca … :-)))
    Ciao

  4. E\’ tutto interessante! pubblica pubblica… :))

  5. per fortuna che ci sei tu che ci illumini!!!;-)

  6. Ciao Salvatore, ero preoccupata pure io…Da tempo ke non ti facevi sentire ..Ormai dipendiamo da te!!

  7. Agnese Groppi dice:

    Sono ancora indietro sui colore olio

Parla alla tua mente

*